Streetwear e gaming : l'insolita unione di due filosofie moderne

8 minuti di lettura

Streetwear e gaming : l'insolita unione di due filosofie moderne

 

A partire dagli anni '80, il gioco è diventato gradualmente parte della nostra vita e parte integrante della nostra quotidianità. Passare dalle sale giochi alle console e poi ai servizi di cloud gaming nel giro di pochi anni è davvero incredibile. Ora che i giocatori hanno raggiunto il loro tanto atteso momento di gloria, i marchi di abbigliamento e streetwear stanno finalmente iniziando a dedicare loro un po' di attenzione.

Il rapporto perenne tra gioco e moda urbana è diventato maggiorenne, dando vita a una nuova categoria di abbigliamento athleisure. Diamo un'occhiata alle piccole meraviglie dell'abbigliamento streetwear che gli amanti dei videogiochi possono permettersi oggi, e a come tutto ciò è nato.

Gioco e E-sport: più che un hobby, uno stile di vita

giocatori e streetwear

Nell'arco di qualche decennio, i videogiochi hanno invaso la nostra vita quotidiana. Mentre il loro posto è ovvio tra i veri appassionati di giochi, altri sono piuttosto perplessi da questa invasione quasi assoluta. Dopotutto, è una cosa strana dedicare vestiti agli e-sport, no? Beh, non proprio. Vi spieghiamo perché l'abbigliamento streetwear da gioco è un tema così caldo.

L'evoluzione del gioco

Sebbene i videogiochi siano ancora fonte di controversie, è giusto dire che le cose si stanno muovendo nella giusta direzione. Abbiamo fatto molta strada dai tempi in cui era un hobby per nerd emarginati e incompresi. Certo, è ancora difficile spiegare ai propri genitori che non si possono mettere in pausa i giochi online, ma da qualche parte si percepisce il loro impegno. Dopo tutto, anche loro sono stati minacciati di confiscare le loro console.

Non solo non abbiamo più lo stigma di questo fenomeno, ma è praticamente diventato il segno distintivo della nostra generazione. Oltre ai molti giocatori che si guadagnano da vivere, molte celebrità proclamano il loro amore per i videogiochi. Non è solo un hobby da assecondare, è diventata una vera e propria passione.

Un'altra novità che dimostra la sua importanza sono i numerosi tornei di gioco organizzati su scala internazionale. E sì, nessun millennial avrebbe mai pensato che i campionati di Street Fighter sarebbero finiti in TV, ma è così!

 

Il gioco è oggi considerato un e-sport, una disciplina che condivide molte caratteristiche con lo sport tradizionale. Siamo arrivati ad accettare i videogiochi come un valido intrattenimento? Nonostante le accuse infondate di incitamento alla violenza e i pregiudizi della vecchia generazione, possiamo dire di sì.

Perché streetwear e gaming vanno d'accordo ?

Con un pubblico internazionale molto impegnato, la comunità dei giocatori e degli e-sport è una delle più attive. Ovviamente, questo gruppo non è passato sotto il radar dei grandi marchi alla ricerca di clienti giovani e connessi. In primo luogo, l'interesse più palpabile è stato quello per l'hardware dei computer, dagli ultimi PC per i giocatori alle configurazioni professionali.

Detto questo, ultimamente stiamo iniziando a pensare all'abbigliamento e allo stile. Da qui la comparsa del primo merch, un modo per supportare il team di sviluppatori e allo stesso tempo avere una maglietta del proprio gioco preferito. Si tratta di uno dei primi incroci tra gioco e streetwear.

Poiché la moda urbana è un modo meraviglioso per esprimere se stessi e promuovere un senso di individualità, si inserisce perfettamente nello spirito del gioco. Per molti designer, non è solo la sfida del progetto a motivarli. È soprattutto la passione e la spinta che i giocatori hanno per i videogiochi.

merchandising call of duty

Ad esempio, Joe Perez, un grande designer e direttore artistico, è completamente innamorato di Call Of Duty. Ecco perché ha accettato di lavorare a un'edizione limitata per la prima stagione del CoD International Championship. Il più vecchio gioco FPS rimarrà per sempre nella nostra mente grazie allo streetwear!

Una nuova forma di Athleisure

Sembra abbastanza semplice voler fondere il mondo del gioco con quello dello streetwear, ma in pratica è piuttosto complicato. Oggi, il fatto è che l'equipaggiamento degli appassionati di e-sport è molto diverso da quello degli sportivi e degli atleti di alto livello. E per una buona ragione: le loro origini e le loro specificità differiscono enormemente l'una dall'altra.

Mentre gli atleti hanno bisogno di un'ampia gamma di movimenti e di materiali ad alte prestazioni, i giocatori non hanno tutto questo. Non richiede un grande sforzo fisico, se capite cosa intendiamo. È qui che entra in gioco lo streetwear.

Il design degli abiti speciali per i giocatori si ispira all'essenza stessa del gioco. Piuttosto casual e orientati al comfort, mirano a farvi sentire bene con voi stessi. Ci sono già molte analogie con la moda urbana. A questo aggiungiamo un'estetica pulita e un profilo leggero e moderno. Nel complesso, l'abbigliamento da gamer è un nuovo stile di athleisure che va un po' al di là dei soliti canoni.

Overwatch League streetwear

Questo è il caso della collezione esclusiva della Overwatch League, una delle più grandi leghe professionistiche di e-sport. A differenza dell'abbigliamento sportivo che ci si potrebbe aspettare, questi bomber elettronici sono ispirati ai fiori di ciliegio.

Collezioni speciali di abbigliamento per videogiocatori

Ci piacerebbe vestirci con i colori del nostro videogioco preferito, ma a volte non è così divertente. Sembra che i marchi non capiscano come i giocatori vogliano vestirsi. Tra abiti di scarsa qualità, imitazioni del merchandising ufficiale e veri e propri disastri artistici, lo standard non è molto elevato. Tuttavia, ci sono alcune vere e proprie pepite che fanno sognare, soprattutto grazie al recente coinvolgimento di streamer di Twitch e altri. Stiamo finalmente iniziando a vedere il vero volto del gioco come comunità ! 

Da quanto tempo va avanti questa storia? 

Nike Playstation

Per capire il coinvolgimento dello streetwear nel mondo del gioco, dobbiamo tornare indietro ai primi modelli. Anche se non sembravano un granché, il loro primato ha contribuito a tracciare la strada per le collaborazioni future. 

  • Nike EA Sports: semplici ma efficaci, le Air Force 2 nei colori EA Sports sono veri e propri oggetti da collezione. Nel 2003, Nike è stata la prima a collaborare con marchi di videogiochi. Di conseguenza, gli atleti giocatori ne sono andati pazzi e questa prima uscita ha unito le due comunità per la prima volta.
  • Nike Playstation: invece di fermarsi qui, Nike sta avendo più successo con la sua Air Force 1 PlayStation. Sneakers iconiche che sono state indossate da alcuni dei più grandi nomi, tra cui il nostro idolo Kobe Bryant.
  • Adidas HALO:un'altra sneaker in edizione speciale che fa furore tra i giocatori dell'NBA. La famosa serie di videogiochi HALO entra a far parte della vostra vita quotidiana con un paio di elegantissime Adidas Gil II Zero.

Streetwear, Athleisure e Gaming: le tendenze del momento

Dai primi anni 2000, lo streetwear videoludico si è evoluto molto. Non si tratta più di semplici paia di sneakers discretamente personalizzate. Si tratta di collezioni molto più elaborate e personalizzate, con un vero e proprio tocco artistico.

gioco e streetwear

L'abbigliamento è unico e ha disegni specifici per la comunità. I grandi marchi si sono rivolti al mondo dei videogiochi per soddisfare gli interessi delle nuove generazioni. Si può dire che queste partnership di lifestyle si sono adattate ai grandi eventi e alle novità del mondo dei videogiochi.

Uno degli esempi più evidenti è la EA Sports x Adidas Collection, progettata appositamente per il lancio di Need for Speed: Run nel 2011. Questa uscita tanto attesa non comprendeva solo scarpe in tonalità metalliche all'avanguardia, ma anche t-shirt e felpe con cappuccio di alta gamma. Oppure UNDFTD, un negozio di sneaker streetwear che è responsabile dell'esclusivo merchandising di HALO 5.

Sempre nello spirito del gioco, i marchi di lusso vogliono essere i nuovi ambasciatori dei giochi di culto. È il caso di Prada, che prende in prestito il volto di Lightning, la protagonista di Final Fantasy XIII 2012, per la sua pubblicità. O Louis Vuitton, che ne fa la sua effigie ufficiale.

lightning in prada

Lo stesso vale per Moschino, noto marchio italiano, che arricchisce la sua capsule con un tocco di Super Mario Bros. Infatti, cosa c'è di più italiano del gioco Nintendo per eccellenza !

A volte funziona anche al contrario. Per il design del cappotto di Errolson Hugh, in Deus Ex: Mankind Divided, gli sviluppatori hanno fatto ricorso al talento di ACRONYM. Il virtuale si ispira alla realtà, e viceversa!

 

Le 3 collezioni incontournables Streetwear x Gaming

Sappiamo cosa vi interessa di più: le ultime tendenze e le prossime uscite. Gli ultimi anni sono stati un periodo da record per i giochi di lusso. Ecco quindi le tre collaborazioni più leggendarie del momento :

1. Louis Vuitton x League of Legends

Non è un segreto che il gioco di successo di Riot Games, League of Legends (LoL), sia uno dei più grandi campionati di e-sport del momento. È naturale che gli stilisti di alta moda, come Louis Vuitton (LV), vogliano essere associati ad essa!

Louis Vuitton x League of Legends

È necessario fare una breve premessa. Per il campionato internazionale di LoL 2019, la casa di moda ha creato una custodia unica per contenere il trofeo dell'edizione. Il mosaico inciso con l'iconico simbolo di Louis Vuitton ha decorato splendidamente il regalo del campione, simile alla valigia disegnata dallo stesso marchio per le celebrazioni della Coppa del Mondo di calcio.

L'evento è stato caratterizzato anche da una serie di skin esclusive disegnate dal direttore artistico di LV appositamente per l'occasione. Qiyana, un personaggio del gioco, è stata vestita da capo a piedi con abiti Louis Vuitton per tutta la durata del campionato.

Poco dopo, una collezione ispirata all'universo di League of Legends è arrivata nelle vetrine del marchio. Le skin sono state rinnovate per avere un aspetto moderno, pur rimanendo conformi all'estetica del gioco. La tela del marchio francese è stata improvvisata in un accurato camouflage nei colori di League Of Legends.

2. 100 Thieves x Gucci

Un vero e proprio scontro tra titani! Ognuno nella propria bolla, Gucci e 100 Thieves sono veri e propri maestri dell'abbigliamento. Da un lato, abbiamo il marchio di lusso noto per la sua sobrietà ed eleganza. Dall'altro, il marchio di gaming streetwear più popolare sul mercato.

Questa collaborazione segna la prossima generazione di abbigliamento da gioco di lusso. Questa esclusiva capsule, disponibile dal 19 luglio 2021, promette di rivoluzionare il guardaroba dei giovani giocatori attenti alla moda. In prima pagina sono presenti alcune delle più grandi celebrità del gioco, tra cui Valkyrae, Neekolul e Yassuo.

100 Thieves x Gucci

La collezione comprende un numero limitato di zaini: 200 pezzi unici progettati in una produzione eco-responsabile. Di colore rosso vivo, è decorato con strisce di pelle e un medaglione argentato che rappresenta il logo 100 Thieves. In questo progetto, hanno dato il massimo per essere in tema di gaming streetwear, pur rimanendo classici e minimalisti.

Secondo le fonti, questa partnership è la prima di molte altre tra i due marchi. L'obiettivo è quello di offrire ai giocatori un abbigliamento da gioco di alta qualità, realizzato da veri amanti degli e-sport e supportato da designer impegnati nelle reti.

3. K-Swiss x MIBR

Per concludere in bellezza, dobbiamo assolutamente parlarvi del One Tap di K-Swiss e MIBR in uscita nel 2019. Il loro slogan lo descrive abbastanza bene: per dare il meglio di sé è necessario sentirsi bene con se stessi. Questo paio di sneakers dal design innovativo è all'insegna della modernità e del futurismo. Queste sono le scarpe streetwear da gioco per eccellenza.

Queste prime sneakers da e-sport sono state sviluppate in collaborazione con gli esperti di Counter Strike e Overwatch del club IGC. Il gruppo selezionato di giocatori professionisti brasiliani ha partecipato attivamente alla progettazione di questo piccolo gioiello.

Le parole d'ordine erano comfort, versatilità e buon controllo. Oltre alle suole ammortizzanti, la scarpa è dotata di un'unità di ventilazione per regolare la temperatura. Il corpo è realizzato con materiali traspiranti e ben collegati. Naturalmente anche il design era in primo piano, da cui i colori e le decorazioni vivaci.
 

Tutto sommato, possiamo dire che lo streetwear da gioco ha più di un asso nella manica. Tra prodotti sempre migliori e collaborazioni con marchi di lusso, gli appassionati di videogiochi sono davvero viziati. Presto non si tratterà più di semplici magliette stampate, ma di oggetti da collezione che verranno accaparrati ad ogni uscita !

blog sulla riduzione


Lascia un commento

I commenti saranno approvati prima di essere visualizzati.